Nel mese di ottobre + Cultura Accessibile promuove a Torino
una Doppia Offerta Formativa per L’accessibilità
La prima si sviluppa nell’arco di 5 giorni l’8, 9, 15,16,17 ottobre. Una Master Class presso il Circolo del Design. I primi 20 iscritti sotto la guida di Pete Kercher progetteranno la resa accessibile di alcune sale di Palazzo Madama. Il museo viene preso come case study per progetti accessibili e inclusivi di Comunicazione visiva – Progettazione acustica – Spazio architettonico
Si tratta di sviluppare concretamente progettualità che verrà presentata nella giornata conclusiva alla direzione di Palazzo Madama e servirà come modello.
Gli obbiettivi: fornire strumenti conoscitivi e progettuali sulla resa accessibile di un museo visto come luogo che racchiude in sé le criticità di tutti gli edifici e dei servizi pubblici: accessibilità fisica e cognitiva, efficienza ed adeguatezza, valore della narrativa per renderla coerente e comprensibile a diversi livelli di coinvolgimento e di impegno.
Destinatari: i professionisti che a vario titolo intervengono nella progettualità museale ed espositiva: curatori, architetti, allestitori, lighting designer, scenografi, tecnici del suono, progettisti di supporti multimediali, grafici, architetti e progettisti di spazi pubblici.
La seconda offerta formativa si sviluppa in una Giornata di Studio dal titolo “Quale accessibilità per chi?”
Si terrà l’8 di ottobre. Docente Pete Kercher. Sarà possibile seguirla in presenza al Circolo del Design di Torino (Via San Francesco da Paola 17) o in assenza su piattaforma ZOOM
Obbiettivi affrontare le tematiche dell’accessibilità, della diversità umana e dei cambiamenti in atto nei profili della popolazione (il fenomeno della disabilità come parte sempre più integrante della società, il cambiamento della curva demografica portato dall’invecchiamento, gli effetti della migrazione, in tesa in senso sia di immigrazione in Italia che di emigrazione degli italiani stessi…) e discutere i modi in cui si possono affrontare nel mondo del patrimonio culturale.
La giornata adotterà un approccio olistico ai concetti di cultura, patrimonio e accesso, discutendo la questione della comunicazione sia interna che esterna ai luoghi della cultura e, non ultimo, affrontando la nuova sfida dell’esigenza di versatilità di risposte a situazioni impreviste, com’è stata nel 2020 la pandemia Covid-19.
Destinatari dirigenti regionali/comunali e rappresentanti delle partecipate del settore cultura, funzionari delle sovrintendenze e operatori museali…. (oltre ai partecipanti che seguono l’intero percorso)

Per partecipare occorre registrarsi al link al link https://bit.ly/3fFCAeu
Iscrizioni e registrazioni aperte fino al 27 settembre
INFO +Cultura Accessibile – daniela.trunfio@fastwebnet.it – 339 611 6688

Con il contributo di

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *