Corso di formazione online
CINEMA ACCESSIBILE

Sottotitolazione per non udenti e Audiodescrizione
Sesta edizione

Corso di Formazione riservato a Studenti Laureandi e Laureati
aperto a tutti coloro che possiedono lauree in altre discipline
e vogliono cimentarsi nell’ambito dell’accessibilità

Promosso da
Associazione + Cultura Accessibile Onlus

In collaborazione con
Film Commission Torino Piemonte
Museo Nazionale del Cinema
Università degli Studi di Torino
Università degli Studi di Parma
Cineteca Nazionale
Cinemanchìo 

A gennaio 2021 parte la VI Edizione del Corso Formativo per il cinema accessibile sono aperte le iscrizioni fino al 30 dicembre sul sito di +Cultura Accessibile

Il Corso si svolgerà online su Piattaforma ZOOM

Il corpo docente coordinato anche quest’anno da Maria Valeri Gisbert, offre la possibilità a tutti coloro che vogliono approcciare il mondo della resa accessibile al cinema e alla cultura, di aumentare le proprie conoscenze nel campo cinematografico e di esplorare un nuovo settore professionale attraverso insegnamenti teorici mirati al montaggio e alla semiologia del cinema e pratici sulla sottotitolazione semplificata per i sordi e l’audio descrizione per i ciechi.

Come si sviluppa il Corso

  • Parte introduttiva che affronta il tema della lettura filmica (semiologia struttura dell’immagine filmica e montaggio),
  • introduzione alla sottotitolazione e audiodescrizione,
  • approccio all’utilizzo dei software e complessità legate alle specificità,
  • la parte centrale e finale è costituita da un tirocinio in cui nella pratica viene svolta la resa accessibile di un film.

Gli sbocchi professionali sono in aumento grazie alla nuova la Legge sul Cinema che prevede la produzione della resa accessibile per tutti coloro che accedono ai contributi ministeriali legati alla produzione audiovisiva. Vanno poi considerate le piattaforme digitali che oltre alla sottotitolazione interlinguistica si aprono al mondo dell’audio descrizione, e infine il mercato aperto della RAI che ha aumentato le ore di diffusione di programmi accessibili.
Da non trascurare il fatto che questo lavoro può essere svolto da remoto e con orario assolutamente flessibile.

Il settore è aperto e in crescita. Particolare non trascurabile, all’interno del percorso formativo vengono inoltre offerti gli strumenti per praticare la sottotitolazione interlinguistica.

Il Corso rappresenta un’unicità nel panorama legato alle tematiche di accessibilità ed è nato per perseguire le direttive ONU e della Comunità Europea, volte a promuovere la totale fruizione di contenuti audiovisivi da parte della cittadinanza senza esclusioni di sorta.

Oltre a docenti di elevato livello professionale possiamo contare sulle autorevoli convenzioni con gli Atenei di Torino e di Parma.
È infatti attivo un protocollo d’intesa con il Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne di UNITO, che promuove da alcuni anni un Master in Traduzione per il Cinema, la Televisione e l’Editoria Multimediale.

Infine, come per la passata edizione, si rinnova la collaborazione con la Cineteca Nazionale per rendere accessibili capolavori della nostra cinematografia restaurati dalla Cineteca stessa.

Il tirocinio di quest’anno prevede la resa accessibile del film “La Notte di San Lorenzo” di Paolo e Vittorio Taviani, nella sua edizione restaurata.

La resa accessibile è prevista dalla Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, promulgata dall’ONU nel 2006, e ratificata dall’Italia nel 2009, “riconosce il diritto delle persone con disabilità a prendere parte su base di eguaglianza con gli altri alla vita culturale e invita a prendere tutte le misure appropriate per assicurare che le persone con disabilità godano dell’accesso a programmi televisivi, film, teatro e altre attività culturali, in forme accessibili”.

A Cosa serve la resa accessibile e chi ne sono i fruitori

  • garantisce la piena fruizione da parte di un pubblico estremamente vasto e diversificato;
  • permette di dare continuità di “abitudini culturali” alle persone che con l’avanzare dell’età sono affette da patologie anche non gravi legate all’udito e alla vista:
  • le traduzioni in sottotitoli o voice over rendono l’audiovisivo accessibile per chi parla lingue diverse da quella dell’originale e gli permettono di spingersi ben oltre i confini di una nazione;
  • l’audio descrizione è a supporto di non vedenti e ipovedenti;
  • i sottotitoli intralinguistici, infine, si rivolgono a non udenti, ipoudenti, immigrati con difficoltà di comprensione della lingua parlata nel film e scritta nei sottotitoli, giovane pubblico, persone con disabilità cognitiva, ecc.

Corpo Docente

MARÍA VALERO GISBERT (curatrice e docente) Docente presso l’Università di Parma nel Dip. di Lingue e Letterature Straniere. Coordina The online MA in Audiovisual Translation dal 2009 presso l’Ateneo di Parma

ALICE CATALANO (Associazione Forword) È specializzata in accessibilità filmica, nelle forme del sottotitolaggio per Sordi e dell’audiodescrizione per ciechi. Tra le ultime collaborazioni, la piattaforma Apple TV+, per la quale realizza i testi delle audiodescrizioni italiane di tutti i contenuti originali Apple.

DENIS BROTTO Insegna Iconologia del cinema all’Università di Padova, dove coordina il Laboratorio di Cinema digitale.

CARLO EUGENI Traduttore, interprete, sottotitolatore, respeaker e formatore di sottotitolatori e respeaker sia per il mercato libero sia per quello delle televisioni in lingua italiana.

SARA MARTIN Ricercatrice all’Università di Parma, titolare del corso di Storia e critica del cinema e di storia della televisione e dei nuovi media.

 

Informazioni e Iscrizioni
Associazione + Cultura Accessibile onlus
Daniela Trunfio – cell. 339.6116688
daniela.trunfio@fastwebnet.it

Corso di formazione online
CINEMA ACCESSIBILE
Sottotitolazione per non udenti e Audiodescrizione
Sesta edizione

Promosso da
   

In collaborazione con
   museo nazionale del cinema di torino 

 

Con il contributo